15590180_351701865200200_3726420438036445639_n

Pubblicità outdoor: dai cartelloni agli zerbini personalizzati

L’evoluzione tecnologica ha spinto il mondo della pubblicità verso un altro modo di fare comunicazione, tralasciando le forme pubblicitarie più classiche come la pubblicità outdoor.

L’affissione di un cartello pubblicitario e l’impiego di pubblicità statica con supporto di transenne pedonali, fioriere o pensiline bus offrono una visibilità che spesso viene sottovalutata a favore di un’opera di promozione ad ampio raggio sul territorio nazionale.

Il problema è che un’attività commerciale che lavora a livello locale necessita in primo luogo di una strategia capace di attirare potenziali clienti nella città di riferimento.

Non ha senso promuovere i servizi e i prodotti di una farmaciain provincia di Lucca, per esempio, con strategie di marketing che puntano ad ampliare il raggio d’azione a Roma, Milano o Torino.

La pubblicità outdoor nasce per diffondere un messaggio “On the go” cioè mentre si sta facendo altro: chi passeggia per le vie della città, chi sta per prendere un bus, chi sta facendo shopping e così via.

Come fare pubblicità outdoor con gli zerbini

Il concetto di pubblicità outdoor può includere tutto ciò che comunica un messaggio o sponsorizza un particolare prodotto o servizio.

Un’attività commerciale che richiede uno zerbino personalizzato con forma, colori e stampa coerenti con l’attività può sfruttare il potenziale della pubblicità outdoor realizzata con la pubblicità statica.

È come se la potenza espressiva del cartellone pubblicitario si fosse trasformato in centimetri e centimetri di un tappeto da ingresso che attira l’attenzione e saluta i clienti e i potenziali clienti in modo efficace, comunicativo e unico.

Ogni persona che vive o visita la città in provincia di Luccae che incontra il tappeto personalizzato come forma di pubblicità outdoor saprà in modo inequivocabile che in quel posto potrà trovare farmaci, articoli di prima infanzia o rimedi omeopatici.